1865

Monti artigianato è un’azienda artigianale che produce manufatti in paglia e ràffia, nata nel 1865 ad Ischia dall’estro e dall’abilità creativa dell’artigiana Lacchese, Maria Giovanna Catuogno, bisnonna dell’attuale artigiano Antonio Monti, che ha saputo tramandare la lavorazione della raffia, mantenendo vivi nel tempo i segreti degli antichi sistemi di produzione.

1945

Nel 1945 prendendo ispirazione dal cestino Sardo, la signora Restituta Patalano, nonna di Antonio Monti e allora titolare dell’azienda, insieme ai suoi figli Umberto e Giuseppe Monti diedero nuovo vigore all’artigianato dell’isola d’Ischia, introducendo le innovative armature metalliche con la funzione di telaio per il ricamo.

1970

Successivamente intorno agli anni 70″ Antonio Monti prende in mano la direzione della ditta” Restituta Patalano” trasformandola in “Antonio Monti artigianato” e facendo conoscere l’azienda non solo in Italia ma anche all’estero.

2012

Oggi il brand, presente sul mercato mondiale con il nome “Monti Artigianato”, conserva ancora le antiche tradizioni isolane della lavorazione manuale della paglia e della ràffia, con l’intento di realizzare sia articoli classici quali cappelli, cestini, e borse e sia articoli dal design moderno nel campo della moda e dell’arredamento.

Alcuni reperti storici di lavorazini della nostra azienda, risalenti al XIX secolo.

I cestini di paglia venivano lavorati e ricamati dalle donne di Lacco Ameno fin dal 1860 erano bellissimi, e venivano venduti in tutta l’Europa. (Famiglia MONTI – PATALANO)

cestini di paglia sec. XIX – 1860 – 1950

Le borse di paglia di Lacco Ameno, erano apprezzate in tutta l’Europa.
La lavorazione era intensa, con la paglia, prima pulita, inzolfata, si intrecciavano i cordoni a 4 e 5 fili, poi venivano cuciti a forma di borsa, rifinita con ricami in paglia “frunelle, ciondoli, bottoni” il tutto con la sola paglia.
I Cappelli di paglia erano il fiore all’occhiello di Lacco Ameno.
le più belle dame d’Europa, ne facevano sfoggio, e dal 1948 al 1950, facevano la moda “Le cinese” così venivano chiamati, facevano da capogiro alle più belle donne del mondo.

cappelli di paglia sec. XIX – 1948 – 1950

1 Commento

  1. wendy riva scrive:

    I would like to buy your baskets
    Please
    Please let me know how
    Wendy Riva

Lascia un commento

Ricorda che i commenti sono moderati ed il rel="nofollow"è in uso. Quindi, per favore non usare keyword spammose o li tuo dominio come nome, pena la cancellazione. Fa si che sia una personale e gratificante conversazione.